“QUANDO TI MANCA QUALCOSA”

IL NUOVO SINGOLO DI LUCA TUDISCA
Disponibile su tutti i Digital Store
Esce oggi, 27 aprile, “Quando ti manca qualcosa”, il nuovo singolo di LucaTudisca.

Il videoclip ufficiale girato da Marco Carlos Cordaro, uscito in anteprima esclusiva su TGCOM24, è ora disponibile sul canale Youtube di Platonica.

Dopo aver fatto parte della squadra di Elisa durante la quattordicesima edizione di Amici di Maria De Filippi, esperienza giunta al serale e terminata alla fine della sesta puntata, il cantautore siciliano ha continuato a scrivere e propone un brano molto intenso, da ascoltare dalla prima all’ultima nota. Dalla prima all’ultima parola.
“Sentivo la mancanza di qualcosa. Forse di qualcuno. Sentivo il bisogno di fare un passo indietro e capire cosa volessi perché probabilmente quello che volevo lo avevo perso.”

Ascolta “QUANDO TI MANCA QUALCOSA”:
su iTunes  https://apple.co/2HxXkV3

su Spotify  https://spoti.fi/2FjdC24

GUARDA IL VIDEOCLIP UFFICIALE DI “QUANDO TI MANCA QUALCOSA”

https://youtu.be/RgF_a8e55QU

“Quando ti manca qualcosa” è stata scritta, testo e musica, da Luca Tudisca, con la supervisione di Zibba e di Simone Sproccati.

Prodotto da Zibba

Registrato al Crono Sound Factory di Vimodrone (MI)

Mixato e Masterizzato da Simone Sproccati al Crono Sound Factory Edizioni:
Warner Chappell Music Italiana / Platonica

Label: Platonica

Distribuzione: Believe Digital

TESTO “QUANDO TI MANCA QUALCOSA” – Luca Tudisca

Per un amore che ho buttato via
La soluzione era nella mia testa Non è questione di filosofia
Se stare bene adesso non mi basta Ho provato ad andare via

Qui nella stanza c’è una grande festa
Ma non è la mia

Per una vita che ho buttato via
A rincorrere qualcosa in qualche parte del mondo attraversando la malinconia La soluzione fino a nel profondo
Non pensavo fosse così che ci si sente
Quando ti manca qualcosa

E allora mano nella mano ritorniamo indietro Quando era più semplice parlare piano Quando era più stupido sentirsi stanchi

Quando ti manca qualcosa Quando ti manca qualcosa

Come la scena di un film in bianco e nero Sapresti riconoscere il colore dei miei occhi? Le stelle quando brillano?
Le facce quando cambiano?

Sono sicuro che ti ricorderai di me Perché ti ho sempre guardato negli occhi

E allora mano nella mano ritorniamo indietro Quando era più semplice parlare piano Quando era più stupido sentirsi stanchi

Quando ti manca qualcosa Quando ti manca qualcosa

E allora mano nella mano ritorniamo indietro
Mano nella mano ritorniamo indietro

Biografia

Luca Tudisca nasce il 19 febbraio 1988, a Sant’Agata di Militello (ME). Trascorre la sua infanzia e adolescenza a Tusa e dopo il diploma classico si trasferisce a Milano, dove frequenta l’Accademia Triennale di Musica e Canto Music Arts Show (M.A.S.) diplomandosi nel 2010 con ottimi risultati. Nel 2014 partecipa al programma televisivo “Amici” arrivando alla sesta puntata del serale. Nel 2016 è tra gli otto vincitori di Musicultura aggiudicandosi il Premio IMAIE per la migliore interpretazione e nello stesso anno, con il brano il “Ritrattista”, arriva tra i sessanta finalisti di Sanremo Giovani. Nel 2017 partecipa alla tredicesima edizione del Premio Bindi, viene selezionato tra gli 8 finalisti e vince il Premio Nuovo lmaie. Il 6 agosto dello stesso anno il cantautore siciliano apre il concerto di Niccolo’ Fabi all’Anfiteatro Falcone Borsellino Di Zafferana Etnea (CT), unica data in Sicilia del tour “Diventi Inventi 1997 – 2017”

Ufficio Stampa e contatti: Alessandro Mazzeo 348/4208254 platonicadiscografica@gmail.com

Teatro

“Perché ho pensato ad un concerto dialogato? Perché prima di tutto ho voglia di sperimentare, di mescolare tanti colori, per vedere cosa ne esce fuori.
Buona parte dei miei pezzi parlano di storie di personaggi reali e non… Mi sono chiesto che sensazioni avrei potuto suscitare se quei personaggi si fossero materializzati proprio davanti agli occhi degli spettatori.
Mescolare l’aspetto musicale con quello visivo potrebbe far sì che il messaggio arrivi ancora più nitido e forte e le canzoni prenderebbero vita in tutti i sensi.
L’idea di Dialogo nasce per caso. Ho conosciuto una coppia di anziani sposati da 50 anni, ne sono rimasto affascinato. E’ meraviglioso come due persone possano sopportarsi per così tanto tempo e supportare 50 anni di vita insieme. Forse il segreto sta nel dialogo… nella voglia di dirsi tutto… nel conoscersi davvero e accertarsi per quello che si è.
Poi mi sono reso conto che il concetto di Dialogo è molto più grande per essere confinato ad un rapporto di coppia, è un concetto universale, un modo di vivere, un occasione per dire che noi ci siamo, esistiamo e abbiamo delle cose da dire. Grazie ad esso ci innamoriamo, c’incazziamo, facciamo pace, diciamo addio, ricominciamo… Accogliamo.”
Luca Tudisca

Due performers in scena e Luca. Una luce illumina un ragazzo e una ragazza in costume da bagno, in spiaggia. Il loro primo incontro… al mare, in una giornata spensierata. Il loro incontro è fatale. Vogliamo chiamarlo amore a prima vista? E’ quell’incontro che tutti sogniamo: l’anima gemella, il nostro angelo, il nostro amico, confidente e amante.

Al tramonto dopo una giornata di lavoro, il bagno in mare che ti rigenera, esci dall’acqua e ti distendi sulla spiaggia. Una sola frase: “Ne Prendi pesci?”.
Tutto inizia da un dialogo… tutto diventa musica. Una musica meravigliosa, parole colme di poesia. La musica di Luca Tudisca, i dialoghi che sono pura poesia di Elisabetta Tulli, i raffinati movimenti coreografici di Nadia Scherani e la regia delicata come una carezza di Mauro Simone.

SINOSSI

Siamo in un paesino della Sicilia, in una giornata calda d’estate, verso le tre del pomeriggio quando le strade si svuotano, le finestre delle case parlano di telegiornale, melanzane fritte e penichelle da “panza piena”… Ada e Santuzzo si fanno un bagno ristoratore.
In spiaggia ci sono solo loro due e il vecchietto del chiosco che prepara dei “seltz” per digerire e dei gelati stecco fatti da sua moglie, “…che quelli della Algida se lo sognano uno così”.
Ada lavora come ricamatrice, Santuzzo vende il pesce e suona la chitarra. Se la porta sempre insieme. “Cantare non fa mai male”, dice lui.
Non si conoscono. Non si sono mai accorti uno dell’altra. Nemmeno a messa la domenica.
“Ma tu dove sei stata nascosta tutto questo tempo, sotto il mare?” Così si domandava il ragazzo guardando gli occhi dolci di Addolorata, che di dolore poi, non aveva nulla, perché il suo sorriso arrivava da un golfo all’altro della Sicila bella.

Questo incontro è fatale. I due decidono di camminare insieme, di guardare avanti e osservare le loro orme che restano sulla spiaggia mentre le onde le spazzano via.
E poi la vita è così… ti incontri, ti ami, ti sposi e fai un figlio… un bel maschietto. Che ogni tanto non parla, che è timido, che si vergogna a parlare ad alta voce… ma se gli metti una chitarra in mano la sua voce arriva fino a Reggio Calabria.

A suonare glielo ha insegnato suo papà, tra una pescata e l’altra tra un bacio non dato e un amore silenzioso.
Il figlio cresce, i tempi cambiano e decide di lasciare la Sicilia, perché la ama, ma che ci vuoi fare in un paesino così piccolo?! Lui il pescatore, come suo padre, non lo vuole fare.

Così Ada e Santuzzo restano soli. Il tempo passa e ogni cappotto che si infilano diventa sempre più pesante, e quando si infila il cappotto della gelosia si sente il profumo di un’altra donna, quando si infila il cappotto del dolore si sente il respiro della rassegnazione, quando si infila il cappotto della partenza si sente il silenzio dell’assenza.

Solo allora si scopre la bellezza di quell’amore a prima vista, di quel gelato allo stecco che non si sarebbe dovuto sciogliere mai: di un figlio che speriamo non smetta mai di cantare quel dialogo tra un uomo e una donna durato 50 anni.

CAST CREATIVO

Regia: MAURO SIMONE
Testi: ELISABETTA TULLI
Movimenti coreografici: NADIA SCHERANI
Assistente alla regia: VIVIANA TUPPUTI

CAST ARTISTICO

Ada: ELENA NIERI
Cover Ada: PAMELA NARANZONI
Voce/Chitarra: LUCA TUDISCA
Pianoforte: STEFANO BORZI
Violino: ANDREA DI CESARE

DICONO di NOI…

 

 

Bio

Luca Tudisca nasce a S. Agata di Militello (ME) il 19/02/1988 Trascorre la sua infanzia e la sua adolescenza a Tusa un piccolo paese delle provincia di Messina. Sin da piccolo scopre la  passione per la musica e il canto partecipando con i giovanissimi dell’ACR all’oratorio del suo paese in diversi Musicals e spettacoli locali.

Appena diplomato (liceo Classico)  si trasferisce a Milano per intraprendere un  percorso di studio musicale…. Frequenta il M.A.S (Music Arts & Show)  accademia triennale di Musica e canto e nel 2010 si diploma  nella Music Academy con ottimi risultati.

Durante gli studi  scopre di avere una passione per il cantautorato italiano e internazionale che, di li in poi, lo porterà a intraprendere un percorso da cantautore. .

Durante questo percorso di studio fa diverse esperienze live nei locali milanesi:

  • Show case Mas al Cinquantamila cafè, locale di Milano.
  • Show case Mas alle Scimmie, storico locale live music di Milano.
  • pianista, Full playback per MTV TRL per la cantante Ashly Tinsdale e Little Boots.
  • cantante nel musical Notre Dame de Paris nel ruolo di Gringoire, con l’Accademia Scarpetta Rossa di Lecco.
  • 2008/2009 partecipa come corista allo spettacolo teatrale “Stand up a Gospel Revolution” con CeCe Rogers, spettacolo che dal 2008 per un anno toccherà molti teatri italiani: il Teatro Nuovo di Milano, il Creberg di Bergamo, il Toniolo di Mestre, il Colosseo di Torino, il teatro delle Celebrazioni di Bologna e teatro Olimpico di Roma.
  • corista nel concerto Gospel al Blue Note di Milano con CeCe Rogers
  • Ha lavorato a Palermo con un gruppo denominato “I ragazzi della Mimosa” con i quali ha fatto circa 20 concerti nelle principali piazze della Sicilia .
  • Nel 2009 arriva alla Home visit di Xfactor
  • Nel 2013 lavora in Valtur come Musicista
    Nel 2014 partecipa al programma televisivo Amici arrivando alla sesta puntata del serale. Nell’estate dello stesso anno sarà  in diverse piazze italiane a cantare per il pubblico che lo ha apprezzato e sostenuto.

    Nel 2016 è tra gli otto vincitori di Musicultura e vince il premio IMAIE per la migliore interpretazione, nello stesso anno con il brano il “Ritrattista” sarà tra i sessanta finalisti di Sanremo Giovani.

    Ha partecipato alla tredicesima edizione del Premio Bindi, uno dei più prestigiosi concorsi e festival italiani dedicati alla canzone d’autore, che si è svolto dal 7 al 9 luglio 2017 a Santa Margherita Ligure (GE), selezionato tra gli 8 finalisti del Premio Bindi aggiudicandosi il premio Nuovolmaie.

    Il 6 agosto Luca Tudisca apre il concerto di Niccolo’ Fabi all’Anfiteatro Falcone Borsellino Di Zafferana Etnea (CT) ,unica data in Sicilia dell  tour “Diventi Inventi 1997 – 2017”.  “E’ una delle cose più belle che potessero capitarmi – afferma Tudisca –  Fabi ha cambiato il mio modo di vedere la musica “ .

    Attualmente è in scena con uno spettacolo teatrale Concerto Dialogato, il racconto di una storia d’amore, un “dialogo tra un uomo e una donna durato 50 anni”, scritto e ideato con Mauro Simone, che ne firma la regia, nel quale Luca canta accompagnandosi con la sua chitarra.

    Lo spettacolo treatrale Concerto Dialogato ha vinto il premio miglior musical inedito stagione 2016/2017   nella 12° edizione del concorso Musical Day.

    Grandi artisti dicono di Luca Tudisca:

    “Finalmente qualcuno che canta e scrive le sue canzoni. Dietro la sua espressione c’è una grande personalità, tipica dei cantautori, sembra che ti porti dietro un tormento interiore. Comprerei un tuo album per riuscire a captarti ed ascoltarti maggiormente.” (Biagio Antonacci)

    “Hai una voce diversa, secondo me sei molto bravo. Mi piaci moltissimo.”(Kekko dei Modà)

    “Hai una bella voce, sei leggero” (Francesco Renga)

    “Sei molto particolare. Apprezzo questa tua capacità di tirare fuori le fiamme quando sei sul palcoscenico” (Paolo Bonolis)

 

 

Contatti

Booking: Coop CMC – Via Roma 126 – 18038 SANREMO    Tel.0184-544633